Tenute Banner Sx
Etichette Shop Dx

Bike tappa 3 di Leyenda del Caribe

Hotel Ocean El Faro-Punta Cana , Repubblica Dominicana . Allevamenti di bestiame, piantagioni di banane, creste rocciose e canneti facevano parte degli incredibili paesaggi che i concorrenti hanno visto nella tappa 3 di Leyenda del Caribe , Sugar Cane . La terza tappa è tornata su un percorso leggermente più lungo , con 72 km di terreno molto vario che hanno aiutato i nostri corridori a godersi il loro quarto giorno di gara dopo un giorno precedente.

L’ arrivo della tappa è stato nel parco a tema Domitai , dove i corridori sono stati accolti con un assaggio del folklore dominicano da un gruppo musicale e di danza che li stava aspettando. Dopo la corsa impegnativa e sempre calda , tutti hanno avuto la possibilità di fare una nuotata rinfrescante in un bellissimo Cenote d’acqua dolce, dove hanno potuto nuotare e ballare in una discoteca sotterranea ! Cosa si potrebbe chiedere di più?! Come ha detto Paula Cano , Leggenda nel 2022, “ tutte le fasi dovrebbero finire così. Che piacere essere in un posto come questo dopo aver percorso 72 chilometri ”.

Credenti fedeli a La Leyenda

Con il passare dei giorni, c’è la possibilità di scoprire come ogni corridore ha una storia diversa su come è arrivato a La Leyenda e vedere che continuano a credere nella squadra e a partecipare a questi eventi.

La storia di Mathias Linssen , il primo corridore in assoluto , è impressionante. Mathias è stata la prima persona ad aver creduto nel progetto e l’organizzazione non si stancherà mai di ringraziarlo. In quel primo giorno di lancio della gara, quando si è scoperto che a partecipare all’evento era il primo corridore che si è iscritto a La Leyenda nel 2016 , tutti sapevano che era un’occasione speciale. Come ci ha detto Mathias , “ La Leyenda del Dorado è stata un’esperienza incredibile. Mi è piaciuto gareggiare nella sua prima versione e ora nella prima La Leyenda del Caribe ”.

Dalla prima versione di La Leyenda Series a Cali, in Colombia , molte nuove persone sono entrate a far parte di questa grande famiglia, come Paola Galvis , partecipante a due versioni di La Leyenda Series e pilota registrata anche per La Leyenda 2023 . Il suo viaggio è iniziato con gli eventi in formato weekend e ora sta partecipando alle gare a tappe . È emozionante vedere la sua evoluzione!

Un altro chiaro esempio di cosa significhi essere un credente in La Leyenda è Camilo Páez . Ha dovuto aspettare pazientemente da quando si è iscritto a La Leyenda nel 2019 , ma è stato solo nel 2022 che è stato finalmente in grado di affrontare la gara. Per prepararsi ha corso le due versioni di La Leyenda Series a Cali e Caldas . Finalmente, la scorsa estate, l’attesa era finita. Ora corre La Leyenda del Caribe ed è iscritto anche alla prossima La Leyenda del Dorado . “ Ho dovuto aspettare molto tempo per poter correre con la mia prima Leyenda e mi ha davvero cambiato la vita. Ha cambiato il mio modo di vedere le cose, il mio rapporto con la mia famiglia e la mia salute… Non lo cambierei per niente ”, ha detto.

I corridori si stanno ora riposando in preparazione della tappa finale de La Leyenda del Caribe 2023 . La fine è in vista , ma senza dubbio la stanchezza fisica sta recuperando terreno. Sono a un punto della settimana in cui devono scavare a fondo nelle loro riserve se vogliono mantenere la loro posizione in classifica o addirittura migliorarla. La fase successiva sarà decisiva . Tuttavia, ora manca solo un giorno a tutti per potersi definire Leggende : a soli 60 km dalla spiaggia di La Vacama si trova sulla loro strada, cavalcata per tutto il percorso, con viste mozzafiato sul Mar dei Caraibi a spronarli. L’ ultimo giorno della loro gara del 2023 , ma sicuramente non l’ultima volta che correranno nella Repubblica Dominicana …

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!